Da non perdere

Ski Dubai: è l'unica stazione coperta di sci in medioriente e la terza al mondo per grandezza; ultra moderna, dotata di una discesa di 400 metri di lungezza, offre agli appassionati, ai debuttanti e ai semplici curiosi l'occasione di fare l'esperienza della vera neve.   Da non perdere


Il tutto sotto dei pannelli di colore blu cielo per dare l'illusione di essere all'aria aperta. Tutto questo quando all'esterno la temperatura supera i 40 gradi.  
Su una superficie di 22500 metri quadrati, l'equivalente di tre campi di football, Ski Dubai utilizza 6000 tonnellate di vera neve per uno spessore di 50 centimetri. 
Il sito può accogliere fino a 1500 persone nello stesso tempo; l'obiettivo è di attirare 500.000 visitatori l'anno. Trenta tonnellate di neve fresca sono prodotte ogni notte per rimettere la pista in ordine. 
Anche le mitiche tenniste Sharapova e la Davenport ci sono state.

Crociera sul Creek: (in inglese creek significa insenatura) si possono noleggiare i taxi d'acqua e le imbarcazioni ristoranti che navigano lungo l'insenatura e fanno un tour del creek. Per le imbarcazioni ristoranti vi sono una serie di offerte che si adattano a diverse tasche, la più gettonata si chiama Bateaux Dubai che é anche conosciuta come la più cara tra le crociere sull'insenatura. Una cena in crociera al Bateaux costa circa 325 AED (circa 65 euro).  

Big Bus Tour: è l'unico servizio di Bus Tour che opera a Dubai; é un icona già famosa a Londra e presso altre importanti metropoli. Offre due tour, il blue e il rosso. Entrambi percorrono mete suggestive e importanti, tra queste la visita presso il souk delle spezie e dell'oro, l'hotel a forma di vela altrimenti conosciuto come Burj Al Arab, il museo di Dubai, la moschea di Jumeirah, la pista da sci al chiuso (Ski Dubai). I biglietti costano 200 Dirhams per gli adulti (circa 40 euro) mentre per i bambini da 5-15 anni si paga la metà.  

Tour nel deserto: esperienza alquanto suggestiva e parecchio variegata. Infatti esistono parecchie organizzazioni che offrono quest'avventura. Vi sono pacchetti di solo safari che prevede il fuori strada tra le dune del deserto emiratino. Ma anche i pernottamenti in tenda, le cene succulente con spettacoli di vari tipi, incluso la danza del ventre, etc.  

Burj Al Arab: il suo nome in arabo significa “Torre degli Arabi”. E’ l’albergo più lussuoso del mondo, con le sue 7 stelle. Situato sulla Jumeirah Beach, a 15 km a sud del centro di Dubai, su un'isola artificiale collegata alla terraferma da un ponte di 280 m, è caratterizzato da una particolare forma "a vela", la sua costruzione ha avuto inizio nel 1994 e fine nel 2002, anche se l’inaugurazione ufficiale è avvenuta il 1° Dicembre del 1999, prima del termine lavori.

È l'albergo più alto del mondo (321 mt); al suo interno si trovano 202 suite, disposte su uno o due piani, che misurano da un minimo di 170 mq fino ad un massimo di 780 mq, interamente vetrate. Ogni stanza offre una TV al plasma, collegamento ad internet con computer portatile, vista mare, letto king size ed è possibile prenotare delle limousine per andare a visitare la città. E’ convenzionato con il Wild Wadi Park, un parco acquatico con accesso gratuito agli ospiti degli hotel della catena Jumeirah. All'interno dell'albergo si trovano anche una boutique e tre ristoranti di cui uno sottomarino ed uno all'ultimo piano con vista sul golfo di Dubai.

Nel febbraio del 2005, a scopo pubblicitario, si è disputato un particolare incontro amichevole tra Andre Agassi e Roger Federer sul campo da tennis allestito per l'occasione sulla piattaforma dell'eliporto dell'albergo, all'altezza di 211 metri dal mare.

Nel 2006 è stato interamente affittato da Naomi Campbell che lo ha utilizzato per la sua festa di compleanno. 

Palm Jumeirah: è attualmente la più grande isola artificiale al mondo. Vista dall'alto somiglia ad una palma stilizzata (da qui il suo nome Palm) costituita da un tronco centrale e da 17 rami. Il tutto circondato da una serie di isole che formano una corona circolare.

Attualmente è  quasi completamente terminata e dalle foto via satellite è già  ben visibile. Rimangono da terminare tutti gli alberghi faraonici, gli appartamenti e le attrezzature che serviranno alle decine di migliaia di turisti.

Per avere una idea dell'opera faraonica che la costruzione di tali isole artificiali comporta, basti pensare che al termine la lunghezza delle coste di Dubai aumenterà di ben 520 chilometri.

L'isola è stata costruita completamente con materiale naturale; 94 milioni di metri cubi di sabbia e 7 milioni di tonnellate di roccia. 

Burj Dubai: sebbene non ancora terminata, Burj Dubai è già famosissima per il fatto che diventerà il grattacielo più alto al mondo. Ancora non si conosce l'altezza finale della costruzione per non dare vantaggi in competitivi nella gara tra grattacieli in costruzione (un contendente potrebbe essere, ad esempio, la Freedom Tower di New York). Alcune fonti danno per certa una altezza complessiva di 808 metri ma altre, e ben accreditate fonti, raccontano di una altezza finale che, compresa l'antenna, dovrebbe raggiungere i 1011 metri. Una volta terminata la Burj Dubai sarà adibita a diversi scopi. Una parte (in realtà abbastanza piccola) sarà adibita a parcheggio ma troveranno posto anche diversi alberghi (tra cui quello di Giorgio Armani che occuperà una intera torre con oltre 175 lussuosissime suite), circa 30.000 alloggi ma anche centri commerciali, negozi, 1500 metri quadrati di palestre. Insomma una vera e propria città all'interno di Dubai. 

Wild Wadi Water Park: il primo Parco a tema completamente acquatico caratterizzato da interconnessioni a 24 giri, che permettono agli ospiti di passare da uno scivolo ad un altro senza mai lasciare l'acqua. Il parco si trova a Jumeirah Beach tra il Burj Al Arab e lo stesso Jumeirah Hotel.